Home Commentari #BlackLivesMatter: COME IL RAZZISMO E ILLITERAZIONE FINANZIARIA DI DANNY JORDAAN HA DUG SAFA IN UN FORO

#BlackLivesMatter: COME IL RAZZISMO E ILLITERAZIONE FINANZIARIA DI DANNY JORDAAN HA DUG SAFA IN UN FORO

by Admin
Questo articolo è disponibile anche nelle seguenti lingue:

Le proteste di #blacklivesmatter negli Stati Uniti questa settimana scorsa ci offrono uno sfondo sconvolgente su cui continuare il 3rd parte della nostra dissezione di un rapporto intitolato "Sfide per la governance presso SAFA", che è stato scritto dall'ex CEO della South African Football Association (SAFA), Dennis Mumble.

FIFA, l'organizzazione di cui SG Mme. Fatma Samoura ha sciolto la propria task force anti-razzismo con estremi pregiudizi, questa settimana ha chiarito la sua posizione sulle campagne anti-razzismo condotte a livello globale da club e giocatori della FIFA a sostegno dell'assassinio George Floyd.

La FIFA ha sempre sostenuto che i simboli e gli slogan politici sull'abbigliamento ufficiale erano proibiti, ma sembra aver fatto un'eccezione in questo caso, affermando che "supporterà qualsiasi campagna che fermerà il razzismo" prima di aggiungere che "La FIFA comprende la profondità di il sentimento e le preoccupazioni espresse da molti calciatori alla luce delle tragiche circostanze del caso Floyd ”...

Samoura, al momento dello scioglimento della task force antirazzista 3 anni fa, aveva sfacciatamente dichiarato che il suo lavoro era stato fatto e che il razzismo era sparito per sempre e il mondo era migliore.

Considera la campagna sui social media la scorsa settimana, con la FIFA che tenta di allinearsi con il buon senso globale, che ha visto tutti i principali leader mondiali pesare sul lato dell'antirazzismo e milioni di persone manifestano per le strade nonostante una pandemia in corso.

Vari giocatori solidali con l'ucciso George Floyd.

La FIFA di Gianni Infantino deve sempre essere scoperta dalla parte sbagliata della storia?

Ma il razzismo nel continente africano è più tragico di quanto si possa immaginare.

Definire Danny Jordaan, presidente del SAFA, un personaggio tragicomico sarebbe riduttivo.

Ad esempio, nell'agosto 2017 ha messo alle strette il proprio CEO Dennis Mumble e gli ha detto che due dei vicepresidenti del SAFA Lucas Nhlapo ed Elvis Shishana si erano lamentati con lui del fatto che SAFA soffriva di un problema di percezione poiché le due persone erano costantemente evidenziate dai media le interviste sono state di razza mista.

Le due persone di razza mista in questione erano lui stesso (Danny Jordaan) e il suo CEO Dennis Mumble.

Ovviamente Jordaan voleva che Mumble ridimensionasse le sue apparizioni mediatiche con il pretesto che i vicepresidenti avrebbero continuato a lamentarsi, un'affermazione che entrambi i vicepresidenti hanno negato con veemenza di fare mai, di fronte.

Chi sono le due persone più autorevoli in SAFA, da cui i media possono raccogliere informazioni tecniche e di altro tipo, se non l'amministratore delegato e il presidente?

Ma in questo caso, il Presidente sembra voler eliminare il CEO dalla visibilità che viene automaticamente con la sua posizione, il che significa che il Presidente ha usurpato tutti i ruoli di diffusione delle informazioni presso SAFA, anche le informazioni tecniche critiche che non sono il suo punto di forza.

Mumble non è mai stato invitato a una conferenza stampa o briefing editoriale condotto dal Presidente, anche quando le questioni che Jordaan ha discusso con i media hanno riguardato le responsabilità del CEO.

Mumble è stato comunque chiamato una volta dall'AP di Jordaan per incontrarlo a Fun Valley, dove si è imbattuto in una conferenza stampa completamente organizzata, per fornire una panoramica dei risultati dell'Associazione per l'anno solare 2017.

Jordaan fece una dolorosa presentazione, preparata dal Dipartimento delle Comunicazioni, che descriveva principalmente questioni amministrative. Mumble non era mai stato consultato, né informato su questa conferenza stampa, e quando gli fu chiesto di unirsi a Jordaan al tavolo alto, declinò per principio.

Invece, Jordaan ha chiamato Nomsa Mahlangu, un ex membro del NEC e commissario del CAF, per riempire la sedia vuota che era adiacente ad alcuni altri membri del Consiglio presenti anche, su suo invito.

Questa decisione è stata duplice, la prima è stata quella di usare la signora Mahlangu come prop, essendo sia femmina che NERA, sarebbe stata percepita come l'equilibrio di cui SAFA aveva bisogno sia in termini di genere che di razza, senza che lei stessa fosse una minaccia politica al Jordaan dalla pelle sottile.

La seconda ragione, messa in scena da Jordaan, sarebbe quella di tentare pubblicamente di umiliare ed emascolare Mumble agli occhi dei membri e dei media del NEC, facendolo presente mentre faceva la sua presentazione totalmente infantile ai media.

Dire al tuo viso che non puoi eseguire il tuo mandato sulla base del colore della tua pelle è una cosa estremamente insensibile e inappropriata da dire a una persona di razza mista nella nazione arcobaleno sulla base della sua storia dolorosa, considerando anche che Mumble ha solide credenziali anti-apartheid che hanno portato al suo esilio di 18 anni.

Nomsa Mahlangu: usato come prop per il presidente del SAFA Jordaan.

Danny Jordaan era così spaventato che esattamente gli stessi attributi e percorsi che lo rendevano così attraente per i migliori posti di calcio nel paese da oltre 25 anni sono notevolmente identici a quelli trovati in Mumble (incluso essere di razza mista) e che questo ha reso Mumble un minaccia esistenziale alla sua presidenza?

Lo stesso Jordaan che, pur ricoprendo il ruolo di CEO di SAFA e SA 2010 LOC, aveva segretamente scritto una lettera a FIFA SG Jerome Valcke il 10 dicembreth 2007, che lo autorizza a versare anticipi di tangenti ai membri del comitato esecutivo della FIFA a partire dal sostegno finanziario previsto dalla FIFA previsto durante la Coppa del Mondo FIFA 2010.

Mentre allora il presidente del SAFA, il dott. Molefi Oliphant, in seguito avrebbe scritto un'autorità per le lettere con mandato LOC pochi mesi dopo, venne a conoscenza della lettera di Jordaan solo anni dopo, dalle ricadute su FIFAgate e fu ancora più scioccato dalla doppiezza di Jordaan quando apprese che l'allora FIFA SG Valcke aveva già, in forza della lettera di autorità di Jordaan, versato oltre $ 3 milioni della tangente $ 10 milioni prevista.

Poiché aveva la temerarietà di minare il proprio Presidente SAFA mentre ricopriva il ruolo di CEO, Jordaan vive in costante paranoia che altri lo mineranno.

Ma non è qui che finisce il suo razzismo, Jordaan usa il colore della pelle sia come scudo che come Assegai (lancia lancia resa famosa da Zulu King Shaka).

Alla fine del 2008, Danny Jordaan (in qualità di CEO di SAFA e SA 2010 LOC) ha iniziato i suoi sforzi per "ripulire" SAFA per garantire che i "profitti della Coppa del Mondo vengano utilizzati a beneficio dello sviluppo del calcio sudafricano".

Migliaia di membri SAFA hanno preso sul serio questo messaggio e si sono uniti allo sforzo. Credevano sinceramente che una nuova leadership avrebbe offerto maggiori livelli di sviluppo, competenza di livello mondiale e una leadership umile al più grande codice sportivo del paese.

Un principio fondamentale adottato dalla nuova leadership era che i profitti della Coppa del Mondo FIFA 2010 non dovevano essere utilizzati a beneficio delle persone poiché il servizio di calcio è sempre stato volontario. Tutti sembravano credere in questo principio.

SAFA era sulla buona strada per abbandonare il culto della personalità che tormentava il calcio sudafricano negli anni '80 e '90, attraverso una serie di progetti di democratizzazione, come un maggiore impegno con i membri di SAFA, costruendo un quadro normativo più forte e allineando gli statuti di SAFA con quelli dello Statuto FIFA.

La probità finanziaria è diventata un elemento centrale di questo nuovo vettore, con EY nominato nel 2012, su richiesta del dott. Jordaan, è stata aggiunta un'altra tacca sul totem del buon governo.

Tuttavia, quando Jordaan ha assunto la carica di Presidente SAFA dal 2013, il buon governo e le migliori pratiche hanno immediatamente iniziato a essere respinti attraverso il costante armeggiare con gli statuti e le regole di SAFA al fine di mantenere un vantaggio sugli avversari.

L'autoconservazione è ora la caratteristica dominante della leadership in SAFA - mantenuta attraverso un sistema di "leadership con benefici" sotto forma di incarichi esteri redditizi e acquisizione di autoveicoli per i membri del Consiglio.

Mercedes Benz Classe C: i membri SAFA NEC sono stati presi in prestito.

In previsione delle elezioni del 2013, Jordaan aveva convinto il Consiglio direttivo della Coppa del Mondo FIFA 2010 LOC e il SAFA NEC (essenzialmente le stesse persone su entrambi i lati) che avrebbero dovuto acquistare veicoli Mercedes-Benz Classe C per i membri NEC selezionati (quelli che non aveva fatto parte del consiglio LOC 2010 della Coppa del Mondo FIFA) con l'eccedenza di 160 milioni di euro dal budget LOC di 423 milioni di dollari.

I membri sono stati quindi invitati a rimborsare il "prestito" per questi veicoli Mercedes Benz dalla loro onoraria annuale mentre erano ancora sul SAFA NEC, e rimborsare qualsiasi saldo in sospeso in contanti se non fossero rieletti al NEC nel 2013.

Dopo che il primo gruppo di beneficiari dei veicoli non è stato rieletto quasi da un uomo, Jordaan ha convinto il NEC a concedere prestiti ai nuovi membri eletti del NEC e ai pochi membri rimanenti del primo gruppo per l'acquisto di veicoli Mercedes-Benz Classe C per anche loro. Le condizioni sarebbero le stesse del primo gruppo.

In sostanza, ha chiesto ai neo eletti membri del NEC di concedersi prestiti per i veicoli Mercedes-Benz Classe C ... chi direbbe di no?

Questa mossa ha scatenato una lotta per le posizioni sul NEC proprio come sta accadendo nella maggior parte delle Associazioni calcistiche africane al momento. Jordaan ha affermato che il trasporto dignitoso era uno dei principali ostacoli allo sviluppo del calcio in tutto il paese e che le Regioni e i membri del NEC dovevano ricevere un trasporto dignitoso per aiutare i loro sforzi di sviluppo.

Ed è qui che diventa evidente il razzismo sotto mentite spoglie, Jordaan non ha chiesto al NEC di approvare prestiti a cui i suoi membri avrebbero potuto accedere per svilupparsi, ad esempio per acquistare una casa come farebbe qualsiasi essere umano razionale, invece ha ottenuto prestiti per "beni" di ostentazione ”...

Se Jordaan fosse stato presidente dell'Unione del Rugby sudafricano, prevalentemente bianca, avrebbe proposto un'impresa così insidiosa e dispendiosa?

Sottolinea la convinzione suprematista bianca che tu intrappoli una scimmia mettendo qualcosa di lucido in una zucca con uno stretto passaggio superiore, quando la scimmia raggiunge e afferra l'oggetto lucido nel suo pugno, non può estrarlo poiché il pugno è troppo largo per l'apertura stretta, e per sua natura, non lascerà andare l'oggetto lucido, portando alla sua cattura.

Come intrappolare una scimmia!

Nell'analogia di cui sopra, Jordaan è il cacciatore bianco, i suoi membri del NEC sono le scimmie mentre i veicoli Mercedes-Benz Classe C sono gli oggetti luccicanti in una zucca (SAFA).

Se hai effettuato un'indagine sullo stato dei veicoli Mercedes Benz con ex membri NEC, è probabile che il 90% non sia più riparabile e quindi decrepito e inutilizzabile.

Una porta girevole di quattro anni nella SAFA NEC e questi poser sono usciti con alcuni viaggi all'estero e una Mercedes Benz prestata!

Tuttavia SAFA ha faticato a raccogliere i saldi di almeno 5 ex membri del NEC dal lotto 2009-2013, nonostante diversi tentativi di raccogliere denaro e minacce per intraprendere azioni legali contro di loro.

In effetti, Jordaan è intervenuto privatamente in diversi casi per fermare l'azione contro di loro mentre prestava servizio laborioso durante le riunioni del Consiglio, chiedendo che SAFA riscuotesse i saldi in sospeso con ogni mezzo possibile.

In previsione delle elezioni anticipate del 2018 (intese a catturare gli avversari alla sprovvista) e con molteplici impostazioni predefinite dei membri del NEC prima del 2013 e l'attuale NEC, Jordaan ha anticipato un altro in massauscita dei membri del NEC, e aveva bisogno di tenere sotto controllo i neofiti tramite un prestito di veicoli.

Pertanto ha chiesto al presidente del comitato finanziario (sig. Mokoena), di negoziare con diverse concessionarie di veicoli per un accordo di acquisto dello sponsor, tuttavia nessuno toccherebbe SAFA con un palo da dieci piedi a causa del danno reputazionale causato dalle rivelazioni del 2015 di la bustarella della FIFA da $ 10 milioni, le accuse di stupro contro Jordaan dell'ex deputato dell'ANC Jennifer Ferguson.

Peggio ancora, a quel punto anche le finanze della SAFA erano fritte e l'Associazione stava lottando per tenere il passo con i pagamenti dei creditori, e nessuna delle società automobilistiche avrebbe fornito la SAFA se non esclusivamente in contanti.

In ogni caso, quando Jordaan e Mumble hanno assunto rispettivamente SAFA come Presidente e CEO nel 2013, l'organizzazione era già in deficit di liquidità R30M che si era accumulata per un certo numero di anni, in parte a causa delle idee ridicolmente cerebrali come la lepre acquisto di veicoli Mercedes Benz membri della NEC.

Nonostante l'amministratore delegato abbia concordato un piano di turnaround di 3 anni approvato dal comitato finanziario per eliminare questo deficit, Jordaan costringerebbe SAFA a sostenere ulteriori spese impreviste per un capriccio.

Ad esempio, nell'anno fiscale 2014-2015, l'allenatore capo della Senior National Team maschile - Ephraim Mashaba - ha insistito sull'uso di un aereo noleggiato per l'intera squadra, quadruplicando così i costi di viaggio della squadra. Quando Mumble ha rifiutato di sostenere questo costo, Jordaan è intervenuto e ha anche insistito sul fatto che SAFA ha noleggiato un volo secondo la richiesta del Coach.

L'ex allenatore di SA Ephraim Mashaba: richieste folli.

Durante quello stesso anno, lo stesso Head Coach chiese belligerantemente un massiccio aumento del suo stipendio che Mumble declinò, ma Jordaan spinse che riconsiderasse a causa del costo reputazionale del Coach se fosse diventato pubblico sulla questione.

A ciò si aggiungono i costi non programmati di R396,000 di indennità giornaliere per i capi delegazione, quasi R3 milioni per la partecipazione della Squadra nazionale femminile senior nell'inutile Coppa di Cipro, la richiesta del capo allenatore femminile senior della Nazionale femminile di portare un Assistente straniero Allenatore al costo di 1.4 milioni ...

Questi costi non programmati hanno quasi eliminato un sano avanzo che aveva pianificato di ridurre il deficit di flusso di cassa accumulato.

Jordaan si presenta come qualcuno che non ha il coraggio di sedersi con i suoi associati e spiegare loro la triste realtà finanziaria, e dire loro che l'organizzazione sta seguendo un percorso diverso.

In che modo ci si può aspettare che quest'uomo guidi questa organizzazione altamente complessa?

Jordaan non è nemmeno in grado di separare i suoi vari ruoli politici separati con la Presidenza SAFA, che è uno dei motivi per cui la maggior parte dei paesi decretano che chiunque detenga la Presidenza calcistica non può anche mantenere una posizione politica.

Quando Jordaan è stato nominato dall'ANC come sindaco esecutivo della Nelson Mandela Bay nel 2015, ha mantenuto la presidenza SAFA.

Nelson Mandela Bay era anche un debitore parziale di SAFA per circa. R2.8 milioni per il loro contributo all'hosting dell'AFCON 2013, e quando è diventato sindaco, Jordaan ha insistito affinché SAFA riscuotesse il debito, chiedendo anche che il capo della sicurezza, protocollo e accreditamento SAFA fosse distaccato presso di lui come capo del personale .

Fu quest'uomo a cui fu assegnato il compito di negoziare con il direttore della città sul debito, che per fortuna gli fu riconosciuto. Mumble si è quindi avvicinato a Jordaan per eseguire il rimborso, ma è stato scioccato quando il Presidente SAFA cum Mayor si è lanciato su di lui con estremo pregiudizio, dicendogli che tale rimborso non sarebbe stato effettuato poiché aveva già approvato un budget e l'elemento pubblicitario SAFA non era presente .

Jordaan come sindaco di Nelson Mandela Bay: Conflict of interest. 

Apparentemente, Jordaan riconosce i budget per i suoi ruoli politici ma ignora quelli di SAFA, che cosa c'è in quest'uomo? Demenza?

Dopo aver ospitato la Coppa del Mondo FIFA 2010, il Sudafrica ha ospitato l'AFCON 2013 e il CHAN 2014, si potrebbe pensare che questo sia sufficiente per un'associazione a corto di liquidità, ma no, Jordaan si è impegnato unilateralmente SAFA a ospitare il campionato africano di calcio a 2016 aprile XNUMX su richiesta di CAF poiché CAF non è riuscito a garantire un host alternativo per il torneo.

A differenza della struttura della competizione FIFA in cui l'organo di governo del calcio mondiale arriva con i propri budget per tutte le sue competizioni, i costi dei tornei CAF sono sostenuti esclusivamente dall'ospitante e, in assenza del sostegno del governo, SAFA ha dovuto trovare i fondi per pagare anche questo conto .

Tuttavia, Jordaan voleva contestare il seggio del Consiglio FIFA per la regione anglofona dell'Africa e l'ambizione cieca lo costrinse a mettere in guardia dal vento per quanto riguarda le finanze SAFA.

Nella sua mente, l'hosting di questo torneo in Sudafrica coinciderebbe con il voto per il seggio del Consiglio FIFA, e ha pensato che il potere ospitante avrebbe spinto i voti a modo suo.

Sfortunatamente, il comitato etico della FIFA ha rifiutato di cancellare 3 candidati per quelle elezioni, vale a dire Chabur Goc (Sudan del Sud), Kalusha Bwalya (Zambia) e Danny Jordaan (Sudafrica) a causa di indagini in corso.

All'epoca, Jordaan era sospettato dello scandalo per corruzione in cui ha autorizzato il pagamento di $ 10 milioni ai membri della FIFA Exco nel 2007.

Tuttavia, ha lasciato sulla sua scia un conto di 18 milioni di dollari per questo torneo, che era una spesa non inclusa nel budget 2015-2016 che era stata approvata nel giugno 2015 e anche dal momento che l'agenzia di marketing CAF Lagardere Sports non poteva ottenere un unico sponsor da oltre 100 aziende sudafricane che avevano contattato.

Va notato che tra le prime 20 società africane, almeno la metà proviene dal Sud Africa e per loro rifiutano di essere associate al SAFA e al torneo di calcio a cinque, a seguito di corruzione e accuse di stupro contro Jordaan, è abbastanza eloquente.

Può mentire e offuscare i fatti attraverso un goffo PR (come cercare di pignorare le accuse di stupro al presidente del PSL Irvin Khoza) ma chiaramente, le grandi aziende non lo stavano acquistando.

E hanno parlato con i loro soldi!

Odiamo ammetterlo, ma la FIFA ha davvero schivato un proiettile con l'elezione di Walter Nyamilandu (invece di Danny Jordaan) al seggio del Consiglio FIFA per l'Anglophone Africa, perché Jordaan avrebbe probabilmente proiettato il suo razzismo segreto e l'analfabetismo finanziario a un organo di governo zoppicando dalle azioni della sua arroganza SG Fatma Samoura e dalla politica ufficiale di corruzione del suo Presidente Gianni Infantino.

E che peccato per quei sudafricani di razza mista, come il celebre Trevor Noah, che a Jordaan è ancora permesso essere al timone del calcio sudafricano, dopo che le accuse di stupro e corruzione sono state fatte contro di lui, ma usa il razzismo per mantenere una presa al potere.

Questo articolo è disponibile anche nelle seguenti lingue:

Articoli Correlati

Lascia un tuo commento